L’illuminazione non avviene per caso (Sor Gen Ya).

La frenesia del mondo labirinto in cui ci perdiamo quotidianamente, identificata più propriamente “logorio della vita moderna” da alcuni filosofi come il Cy Nar, ci impone di riconsiderare in maniera più profonda gli insegnamenti dei più antichi saggi orientali e dei maggiori capi indiani. Perle di saggezza come quelle lasciateci dagli eredi Ming (citiamo Ming Ya, Ming Yon e il discusso Ming Ulan) rappresentano i catarifrangenti posizionati sul guardrail della via che ci conduce verso l’illuminazione (la cosiddetta illuminazione stradale passiva). Alcuni degli insegnamenti, per la loro straordinaria attualità, sembrano scritti ieri sera verso le 23 in tinello con il Galaxy Tab. Prima di immergervi nella lettura dei pensieri che abbiamo raccolto, consigliamo di seguire i passi del rito Kazai descritti nell’opera del Maestro Zen Hatchi Tua:

1) sedetevi sulla riva di un fiume giallo (se non avete un fiume giallo è tuttavia possibile stare seduti sul water tentando di simularlo);

2) proferite cinque Om (quattro Om di serie e uno di scorta, se lo fate in Gennaio potete anche usare Om invernali);

3) mettetevi nella posizione dello Zazen e inspirate ed espirate profondamente per 31 volte fino ad avere la piena consapevolezza del vostro corpo;

4) se siete poco piacenti potete anche evitare il passo 3) e passare direttamente al 5);

5) se non sapete leggere, andate al punto 1) ma secondo me sapete leggere altrimenti non stareste leggendo.

 

Non solo mago chi estrae coniglio da cilindro, ma anche chi estrae seppia da cono. (Ming Ya)

Discepolo sempre seguire maestro, anche se supplente più bona. (Shin Tzi)

Magica è notte quando luna apparire più grande. Comunque saggio sempre controllare istruzioni telescopio. (Shin Liu)

Violenza molto è male. Ma minigonna inventata da donna mica da uomo. (Anonimo indiano XII secolo)

Vita è attimo di riflessione tra seno e fianchi. (Maestro Zen Riushi To)

Quando fare caldo tu volere fresco, quando fare freddo tu volere caldo. Col cazzo tu amare ambiente. (Lupo nero capo indiano)

Vero cara che le dimensioni contano, ma il concetto si applica anche al tuo culo. (Kobe Watabe)

Quando donna non vuole, non ci sono cazzi, quando invece poi donna vuole, nemmeno. (Luna Bianca squaw)

Ferrara fatto bene. Porco senza grasso non essere così buono. (Liun Shi)

 

Se volete abbracciare questa branca di filosofia, magari anche baciare questo ramo, consigliamo il profilo @zenmoderno da cui abbiamo tratto i brani.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...